Pedalare si può fare

Domani 30 maggio, a Milano alle 10, nello Spazio Urban Center (Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12), si terrà la premiazione del concorso “PEDALARE SI PUO’ FARE”, bandito dal MIUR, in collaborazione con la FIAB.

Interverranno: Pierfrancesco Maran, Assessore alla Mobilità Comune di Milano; Antonio Dalla Venezia, Presidente FIAB; Vittorio Campione, Consigliere del Ministro Profumo; Milena Ancora, Ufficio Scolastico Regionale Lombardia; Ebe Giacometti, Consulente del progetto. Al concorso nazionale, bandito alla fine dello scorso anno a seguito di un accordo MIUR-FIAB, hanno risposto 81 istituti scolastici: 43 primarie per la categoria “Bicibus” e 38 secondarie di primo grado per la categoriza “In bici ci piace”. Scopo del concorso: promuovere nelle scuole l’educazione alla mobilità non motorizzata e l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto sano, pulito, silenzioso e non inquinante.

Gianfranco Fantini, responsabile FIAB scuola e animatore del progetto di collaborazione con il MIUR, dichiara: “Questo bando ha contribuito a far entrare, grazie all’entusiasmo e all’impegno di studenti e docenti, i temi della bicicletta e della FIAB in oltre 80 scuole italiane. Le scuole primarie hanno scoperto o consolidato esperienze di accompagnamento dei più piccoli da casa a scuola attraverso il “bicibus” mentre i ragazzini più grandi, delle secondarie di primo grado, hanno iniziato a conoscere e scoprire letteralmente il loro territorio attraverso le uscite didattiche in bicicletta. Gli elaborati finali pervenuti dalle scuole insieme alle presentazioni multimediali, sia per la i contenuti che per la qualità tecnica degli strumenti di comunicazione che ciascuna scuola ha preparato, hanno dimostrato un grande coinvolgimento e una grande passione”

Sul sito www.fiab-scuola.org  il programma completo della mattinata e le informazioni su come raggiungere l’Urban Center.

Nella foto in alto il prof Emilio Rigatti con alcuni ragazzi dell’Istituto Comprensivo Destra Torre -Aiello del Friuli (UD)  che ha ricevuto una“Menzione speciale per l’immediatezza della comunicazione e per la capacità di veicolare gli obiettivi delle azioni proposte nel bando”.

Leave a Response