La neve amica della bicicletta

Con la neve aumenta il rispetto. Chi va in bici sa che non si può scherzare con la velocità e con i cambi repentini di direzione. Ma anche chi va a piedi e in auto usa accorgimenti speciali e un’attenzione maggiore a sé e agli altri.
Tutto rallenta e come d’incanto si ha l’impressione che si metta in moto una inedita catena del rispetto tra gli utenti della strada.
La neve è un’occasione da cogliere con gioia anche per questo: ci fa capire quanto sia importante prestare attenzione alla strada, al nostro guidare in strada.
Ci fa mettere in conto rallentamenti e imprevisti e nella difficoltà ci spinge a cooperare magari evitando la via più facile, quella meno faticosa. (Del resto cos’è l’auto se non la via meno faticosa e più impattante per muoversi?)
Volete un esempio di cosa intendo? Le piste ciclabili, si sa, non sono pulite come le strade (anche qui siamo utenti di serie b) per cui, per chi va in bici, la scelta più sensata (meno faticosa) è quella di muoversi assieme alle auto.

Scegliere invece di utilizzare le piste vuol dire favorire lo scioglimento della neve su questi percorsi e evitare così, che rimangano ghiacciati per lungo tempo.
Perciò, con la massima attenzione, provate a percorrerle le piste ciclabili. E se avete una mountain bike forse è il caso di tirarla fuori.
Altre soluzioni? Beh le gomme chiodate ad esempio o le fascette da stringere alle ruote, ma stando attenti che non si incastrino con i pattini dei freni.

Ps. Ieri non è stato semplicissimo tornare a casa specie nell’ultimo tratto dove scendere dalla bicicletta è stato tutt’altro che disonorevole. Un viaggio durato circa due ore di cui condividiamo qui sotto l’ultimo tratto: il momento più bello.

Tagged as: , ,

Leave a Response