Lana caprina

“Multato perché parlava al cellulare mentre pedalava”. Le redazioni sbavano per una notizia così. Sono quelle che i giornalisti chiamano “colore” e servono a stemperare la cronaca. O la notizia politica, o la riflessione. O a riempire un buco. Guardate oggi e provate inserire la parola bicicletta in Google News ovvero la potenza del più famoso motore di ricerca, ma limitato alle notizie giornalistiche. Troverete al primo posto la notizia di cui si diceva prima e ben altri 66 articoli simili (alle 8.30 circa di oggi).
A cosa serve una notizia di questo genere? Ad alleggerire le tristi riflessioni sulla bicicletta e sul suo suo futuro che traboccano dai nostri giornali? Ce ne fossero…

No, piu’ semplicemente serve a sollazzare qualcuno che (fortunato lui) è già sotto l’ombrellone e a creare quel finto dibattito necessario alla prima industria nazionale, quella preposta alla produzione di “lana caprina”. Ecco che si cerca di aizzare l’automobilista vessato dal codice della strada (“è giusto che anche i ciclisti paghino”) e suscitare il rimbrotto risentito e strafottente di qualche “amante” delle due ruote. Come Danilo Di Luca ad esempio, (vabbè, ha vinto il Giro d’Italia del 2007) che si vanta di rilasciare la sua dichiarazione sdegnata al cellulare proprio mentre sta andando in bicicletta: “Sono fuori di testa. Per prendere i soldi i comuni non sanno più che cosa fare…” . Ottimo! Altro colore su colore, fino all’impiastro.
Ma la bicicletta dov’è?

Leave a Response