Lo stile inglese

Che a noi di ilikebike piaccia il Sindaco di Londra Ken Livingstone non è un mistero. La capitale britannica sta infatti facendo progressi enormi sul versante della mobilità sostenibile. I progetti e gli investimenti annunciati da Ken “il rosso” a proposito di traffico e mobilità ciclabile sono di quelli che ti fanno rimpiangere di non vivere nella capitale britannica dove tra le altre cose ti può capitare di incontrare il primo cittadino in bus o a bordo di un Taxi Bike come nella foto qui accanto. Al di là degli investimenti, che sono comunque importanti, è interessante comprendere il presupposto di fondo che sembra guidare l’azione di Londra.

Il vero obiettivo è infatti quello di far cambiare abitudini ai londinesi. Non è necessario essere esperti di Programmazione neuro linguistica per capire che le abitudini (buone e cattive) sono difficili da dismettere. L’auto non è mossa solo dal motore, ma anche, e soprattutto, dalla predisposizione psicologica al suo uso da parte delle persone. Non sempre (per non dire quasi mai) i cittadini si interrogano riguardo all’uso appropriato di questo mezzo e spesso lo utilizzano anche quando ne potrebbero fare a meno. Quello che prevale è appunto l’abitudine all’uso. In Inghilterra sembra abbiano capito tutto ciò facendone derivare azioni conseguenti: investimenti,  tasse salate per gli irriducibili dell’auto e dei Suv, ma anche consulenti per il traffico e finanche pubblicità televisiva per promuovere l’uso della bicicletta. Praticamente fantascienza per le Istituzioni del nostro Paese che di fatto non considerano ancora la bicicletta un mezzo di trasporto vero, ma solo un giocattolo da sbandierare magari per il refresh ecologico del politico di turno. E aspettando la politica vera (siamo anche in campagna elettorale!), godiamoci la pubblicità (inglese of course).

Leave a Response