Con una sola gamba

Quando si parla di Bike Messenger si pensa a New York innanzitutto. Alle loro bici a scatto fisso che “surfano” per la città. E c’è anche chi li ha utilizzati per rappresentare la propria musica: lo hanno fatto i Nada Surf.

Ma ci sono Bike Messenger anche in Afghanistan. Ne dà notizia NPR il network radiofonico americano, in un servizio documentato e per certi versi toccante. Si parla infatti di Bike Messenger amputati. Di sopravvissuti alle mine che non si sono rassegnati a chiedere l’elemosina agli angoli delle strade, ma  grazie al loro coraggio e spirito di iniziativa hanno pensato di rendersi utili diventando postini in bicicletta. Con una sola gamba.

Leave a Response