Human Motor – sabato 5 dicembre

  HUMAN MOTOR
sabato 5 dicembre ore 15
Piazza Costituzione (zona Fiera) Bologna

Dal 4 al 8 dicembre, Bologna ospiterà, per l’ennesima volta, il Motor Show. Non sono bastate la crisi del settore automobilistico, la rinuncia a partecipare della Fiat, e di molte altre case automobilistiche, per mettere la parola fine a questo evento che dopo la chiusura del Salone dell’auto di Torino, rimane l’ultimo tempio italiano in cui si celebra il motore a scoppio. L’indotto del Motor show pare si aggiri attorno ai 100 milioni di euro (calcolato come e da chi non si sa), ma nulla si dice, e si calcola,  a proposito delle ricadute negative, specialmente in termini ambientali che questa kermesse si è sempre portato dietro. Per non dire dell’immaginario che si continua a alimentare! Come al solito, in una sorta di delirio da quantomania si calcolano solo i segni più dimenticandosi di quelli meno. E’ la schiavitù del PIL che non si cura di qualificare un giro d’affari accogliendo allegramente anche i denari mossi con gli incidenti stradali ad esempio. Ormai sono in tanti, anche sul nostro territorio, ad aver capito che bisogna andare Oltre il Pil per un nuovo indice di benessere,  per dirla con il titolo di un Convegno promosso da Fondazione Unipolis e Impronta Etica che avrà luogo proprio nei prossimi giorni a Bologna. Ecco perché forse sarebbe il caso che le forze economiche, politiche e sociali di questo nostro territorio cominciassero a interrogarsi sul come riconvertire questa terra di motori che, guarda caso, è anche la regione italiana col maggior numero di ciclisti e una tradizione importante nel settore delle due ruote. Ad ogni modo per il terzo anno consecutivo i ciclisti bolognesi vogliono ritrovarsi nell’Human Motor, un giro in bicicletta che partirà da piazza Costituzione alle ore 15 di sabato 5 dicembre. Sarà l’occasione per incominciare a costruire un nuovo immaginario e iniziare a proporre una riconversione green di questa terra che ha celebrato la vita dell’automobile e che probabilmente dovrà commemorarne la morte. L’invito è perciò a invadere pacificamente la città con biciclette e ogni altro mezzo a propulsione umana, per ribadire che la mobilità basata sul mezzo di trasporto privato e motorizzato non è più sostenibile. Un invito a pedalare insieme per affermare che “alla fiera del motore, Bologna dice no!”, come recita uno spot dell’Human Motor prodotto da Adriano Bono, cantante dei Radici nel Cemento, che potete  ascoltare qui: human-motor.noblogs.org All’interno del sito internet si possono trovare molte altre informazioni e risorse. Per chi volesse partecipare anche da altre città nessun problema: hai bisogno di una bicicletta o di un tetto? Contatta la ciclofficina Ampio Raggio:  ampioraggio[at]inventati[dot]org

Leave a Response