In Provincia di Ferrara si aggiorna

Ieri l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Ferrara, Sergio Golinelli, ha presentato il lavoro di “Aggiornamento del master plan della rete ciclabile” della Provincia di Ferrara, in cui con il contributo del Laboratoorio CITER della Facoltà di Architettura di Ferrara vengono definiti gli interventi di connessione e di ricucitura della rete ciclabile sul territorio provinciale che permetterebbero di dare completamento e funzionalità alla rete così come fu individuata nel 2001 in occasione della stesura del primo master plan. Si è riscontrato che solo una parte minoritaria del programma è stata attuata (circa 195 km su 920 km), anche se numerose iniziative a scala comunale (per un sviluppo di circa altri 250 km) sono state portate a compimento, tuttavia senza configurare una vera integrazione delle infrastrutture e quindi la possibilità di una agevole fruizione per il ciclo-turista. Il progetto – affidato agli architetti Farinella e Ronconi del CITER e curato dall’arch. Goberti della Provincia – sarà completato non appena saranno pervenute le informazioni di dettaglio da parte dele singole amministrazioni comunali, così da integrare le finalità di largo respiro connesse alla promozione del turismo con il miglioramento puntuale e di scala locale legato in particolare alla accessibilità dei centri urbani e dei punti di interscambio con il servizio ferroviario. Nel progetto sono comprese anche interessanti ipotesi di riutilizzo di tracciati ferroviari dismessi ed abbandonati per una loro riconversione (come per il tratto tra Cento e Ferrara e tra Ferrara e Copparo) ad uso ciclistico e la saldatura di quattro itinerari nord-sud di attraversamento della Provincia che si saldano ad altrettanti itinerari ciclabili previsti nelle province limitrofe, tra cui spicca per rilievo ed interesse il collegamento con Bologna, già propugnato dalla FIAB. Al termine dei lavori, si è svolta la presentazione delle 8 nuove “bici blu”  (in realtà biciclette colorate con i colori bianco-azzurro della provincia di Ferrara)  che si vanno ad aggiungere alle altre 40 già a disposizione del personale e degli amministratori delle Provincia per gli spostamenti di servizio e che sono il frutto del lavoro della Cooperativa “NuovaMente” la quale attraverso il progetto “Ricicletta” provvede al recupero e al “riuso” di vecchie carcasse di bici abbandonate e – attraverso il loro completo ricondizionamento – le  reimmette sul mercato a prezzi assolutamente popolari. Nel caso specifico, tuttavia, L’Amministrazione provinciale non ha acquistato le bici ma ha provveduto ad attivare un contratto di noleggio (comprensivo di manutenzione a prezzi concordati)  del costo annuo di 35 Euro a bici.   

Leave a Response