Più siamo e meno male ci facciamo …

C’è un rapporto stretto tra bicicletta e sicurezza stradale. La bicicletta è una sorta di indicatore di “salubrità” del traffico, come i gamberetti in riva alle coste lo sono per il mare.
Il recente rapporto europeo Regola di Jacobsen, costruita dall’autore esaminando molte statistiche di incidentalità e di percorrenza, stabilisce infatti che al raddoppiare dei ciclisti e pedoni in circolazione il rischio individuale di incidenti per ogni ciclista e pedone si riduce del 34%!
In altri termini gli incidenti complessivi aumentano meno di quanto aumentino i km percorsi a piedi e/o in bici. Il che ha una importante implicazione: 

solo politiche che favoriscono il forte aumento di pedoni e ciclisti in circolazione possono indurre per essi una maggiore sicurezza stradale. Una indicazione questa, da tenere in grande considerazione visto che nel nostro Paese,  il numero dei decessi che vedono coinvolti pedoni e ciclisti. è in crescita preoccupante da tempo. La Regola di Jacobsen ci insegna che più siamo in strada e meno male ci facciamo. Una regola che dovrebbe illuminare la politica,  specialmente di quegli assessori al traffico di città come Bologna o Parma tutt’altro che amiche dell’utenza debole. La primavera è già qui. Che apettate? Camminare e pedalare fa bene.

0 Comments

  1. Ho provato sulla mia pelle cosa vuol dire questa regola!

    Trovandomi in Calabria in bici, vedevo sfrecciare le macchine a pochi centimetri dalle mie gambe. Ho dovuto interrompere il mio viaggio da Bologna a Reggio Calabria quando sono arrivata a Scalea, prendendo il treno per l’ultimo tratto dopo avere rischiato la vita un paio di volte…

Leave a Response