Il libro bianco sulla bicicletta: in bici si muore

Nadia MatteuzziAnche quest’anno arriva puntuale come un monito il Libro Bianco sulla situazione della mobilità  ciclabile nell’area metropolitana bolognese.
In bici si può. E’ questo il titolo del documento realizzato dalla Consulta della Bicicletta l’organizzazione formata, è bene ricordarlo, dall’Associazione Macigno Italia, dal Montesole Bike Group – Fiab, Legambiente, Uisp e WWF. Tra gli obiettivi del documento c’è la promozione della mobilità ciclabile nell’area metropolitana. Una mobilità compromessa pesantemente dalle scarse e male assortite piste ciclabili che solcano il territorio. Un aspetto questo su cui il libro bianco insiste per una ragione semplice quanto potente: IN BICI SI MUORE.

E questo avviene perché non si tutela l’utenza debole (ciclisti ma anche pedoni) separando i traffici in maniera netta come avviene nelle principali città del nord Europa. Nell’area metropolitana bolognese, nel 2005, su un totale di 22 morti sulle strade, ben cinque erano ciclisti: quasi un quarto del totale!
Ed è proprio in ricordo dei ciclisti uccisi nelle strade d’Italia che viene pubblicata questa edizione 2007 del Libro Bianco che potete scaricare nella nostra area download.

Leave a Response