Tra il dire e il fare… ci passa un mare di tempo

“Gentile Signor Presidente del Quartiere, segnalo la necessità urgente di una rastrelliera per biciclette nella strada in cui abito, via dell’Oro. Le biciclette vengono infatti posteggiate sotto il portico con conseguenze negative per i passanti, specie i numerosi non vedenti diretti all’istituto Cavazza. A mio parere la rastrelliera è facilmente posizionabile all’incrocio tra via dell’Oro e via Chiudare nello spazio privo di segnaletica orizzontale posto in corrispondenza del retro dell’ex cinema Fellini. Grazie per l’attenzione e cordiali saluti”

Così scrivevo nel lontano gennaio 2006 al presidente del mio quartiere (Santo Stefano) a Bologna. Dalla settimana scorsa la rastrelliera c’è, messa esattamente nel punto che specificavo nella lettera, con la capienza di dieci posti. Sono contento che mi abbiano dato retta, però sono sbalordito dai tempi, ben 28 mesi sono trascorsi dalla richiesta alla realizzazione, possibile? A Bologna? Comunque grazie, al presidente del quartiere e a tutti quelli che si sono adoperati per questo piccolo, ma tangibile segno di civiltà ciclabile.

Leave a Response