Inquinamento. Cambia l’anno non cambia l’aria

16 gen. – Arriva il 2012 ma non cambia la qualità dell’aria. Le polveri sottili continuano a superare i limiti di sicurezza. Gli sforamenti sono state già superate sei giorni dall’inizio dell’anno: quasi un giorno su due. Considerando che siamo a metà gennaio quasi un giorno su due è stato fuorilegge. Domenica 15 la centralina di porta San Felice ha rilevato una media di 77 micro grammi per metro cubo di pm10.

Una situazione complicata anche dal fatto che non piove. Negli ultimi cinque mesi ci sono state pochissime precipitazioni. E la tendenza delineata dall’Arpa non prevede sostanziali cambiamenti per le prossime settimane: le precipitazioni, quando ci saranno, saranno esigue. L’Arpa nelle previsioni di lungo periodo prevede prolungati periodi senza pioggia da gennaio a marzo 2012; mai così male da trent’anni. La siccità è un problema per l’agricoltura ma rischia di diventarlo anche per il normale approvvigionamento idrico.

(da Rcdc.it)

Segui l’andamento della qualità dell’aria sul sito dell’Arpa

Leave a Response