Una Critical Mass per la 19enne investita in via Stalingrado

 Erano un centinaio i ciclisti che hanno dato vita ad una critical mass in memoria di Lucia Varriale, la 19enne falciata da un’automobile, lanciata a folle velocità, lo scorso sabato 5 marzo in via Stalingrado all’altezza della tangenziale. “Cocaina o no l’auto uccide” è stato lo striscione appeso sul luogo dell’incidente e prima tappa della critical mass. La giovane infatti è stata investita, mentre attraversava la strada sulle striscie pedonali, da un trentenne che è stato trovato positivo alla cocaina. Cristian Alessandrini, questo il nome del giovane, è ora agli arresti per omicidio volontario con dolo eventuale. I ciclisti hanno anche lasciato due scarpette bianche, invece che la consueta ghost bike e dei fiori. Il corteo si è poi diretto per le vie del centro ed è poi passato davanti alla stazione centrale al grido di “gratis sul treno, le bici gratis sul treno”.

Tagged as: , ,

1 Comment

  1. Maledizione.Che rabbia..

Leave a Response