Diminuiscono gli abbonamenti ai Velib

40.000 abbonati in meno. Dei 200.000 del 2008 oggi ne sono rimasti 160.000. Cosa sta succedendo? Rispondono il Comune di Parigi e la JC Decaux, la società che produce e gestisce il servizio Vélib’. Stando ai dati messi in circolazione sarebbe sceso il numero degli abbonamenti, ma non quello dei noleggi giornalieri: i vélos vengono “affittati” 100.000 volte al giorno in estate e circa la metà in inverno. “Usciamo da un inverno molto rigido, – sostengono gli addetti stampa dell’Hôtel de Ville – e poi la maggior parte dei nostri abbonati sono studenti ed è normale che ci siano dei periodi di minor utilizzo del Vélib’, quando gli studenti si trasferiscono e prima che ne arrivino di nuovi.”.

Ma c’è anche chi azzarda un’altra possibile spiegazione. A causa del funzionamento inefficiente dei vélos pubblici (sulla cattiva manutenzione del servizio è tirata in causa la JC Decaux), molti parigini si sono decisi ad acquistare la propria bicicletta, evitando così il rischio di non trovare un Vélib’ o di incappare in uno non funzionante. Se questa spiegazione fosse vera, possiamo considerarlo un passo in avanti: scopo del Vélib’ è infatti la promozione dell’utilizzo della bicicletta e la diminuzione del traffico cittadino. Ma al momento restiamo nel campo delle congetture, visto che non è stata ancora fatta un’analisi per valutare quanto il Vélib’ abbia modificato le abitudini dei cittadini a tre anni dalla sua esistenza.

Leave a Response