Viaggiare a doppio senso

Come già detto in Francia vanno contromano. A cominciare da Parigi. Nel quartiere dodicesimo, compreso tra Nation, Bastille e Belleville, da oggi le biciclette potranno spostarsi in entrambi i sensi anche dove alle auto è precluso.
Il tutto è spiegato in pannelli come questo qui sotto

Staremo a vedere se i ciclisti approfitteranno di questa opportunità o se le auto in mancanza di una fitta rete di piste ciclabili, avranno il sopravvento… Rimane comunque un segnale forte come lo fu a suo tempo il Velib. Speriamo che faccia scuola

Cristina Rosati

0 Comments

  1.   Vive la France!

  2. In Belgio, dal 2004, la legge prevede che i sensi unici di più di 3m di larghezza e che non presentano pericoli particolari devono essere aperti ai ciclisti nei due sensi. Li chiamano SUL, Sens Uniques Limités, sensi unici limitati. Nel suo numero di maggio, il Gracq (la federazione francofona dei ciclisti in Belgio) ha fatto il punto 6 anni dopo l’introduzione della legge: a Bruxelles il tasso di SUL è pari al 77%. In Vallonia, il tasso varia da un 4% ad un 85% per le città più grandi. Fonte: http://www.gracq.be/VAV-2010/VAV148

  3. …et alors Vive la Belgique aussi!

Leave a Response