Bologna in sella?

Dal programma di Flavio Del Bono, candidato sindaco PD a Bologna;

Crediamo fermamente nell’utilità di una mobilità alternativa. Dal 2005 il Comune di Bologna ha attivato il servizio denominato “C’entro in bici”: 160 biciclette pubbliche in rastrelliere collocate nei punti più strategici della città (parcheggi scambiatori, autostazione, centro città, zona universitaria, etc.). I limiti di tale iniziativa possono essere così sintetizzati: numero di bici insufficiente a generare una vera e propria massa critica; sistema a chiave meccanica che obbliga l’utente a riportare la bicicletta nella rastrelliera di origine. Attraverso apposite sponsorizzazioni si deve cercare di dare vita ad un progetto più ambizioso “Bologna in Sella”: raddoppiare il numero di bici; superare il sistema a chiave. Parallelamente occorre rivisitare la rete già molto estesa delle piste ciclabili, per renderla effettivamente fruibile e organica.

Che ne dite? Ma com’è che ‘ste quattro bici pubbliche contano di più delle migliaia di bici private?

0 Comments

  1. ma il pannello pubblicitario della campagna elettorale di Delbono, quello della “bologna che vince”??
    ne vogliamo parlare???
    lascio il link……per rendersi conto:
    http://www.flaviodelbono.it/index.html?pg=18

    la numero 3!

  2. Perfetto Vittorio, hai colto nel segno! Esercizio della sera: scaricare il programma di Del Bono (http://www.flaviodelbono.it/binary_files/documenticorrelati/Programma_40831.pdf); da un acrobat provare a cercare la parola bici e…la trovate per 5 volte, su 21 pagine di programma, tutte concentrate nel pezzo di testo riportato da Vittorio. Poi si potrebbe provare a cercare, che so, sicurezza e via cosi’. that’s life!

    Poi si puo’ provare a leggere da Internazionale: http://www.internazionale.it/home/primopiano.php?id=22336…e la rabbia sale un po’.

    ciao stefano

Leave a Response