Fa male alla salute? e allora diciamolo…

Da molto tempo mi domando come mai le automobili, così dannose per la salute e per l’ambiente, non siano assoggettate a una forma di rigida regolamentazione pubblicitaria, un po’ come si fa per le sigarette. Naturalmente si tratta di una domanda oziosa, l’auto e i motori in generale sono profondamente radicati in fondo al nostro cervello grazie a una pressione pubblicitaria che comincia dalle automobiline regalate ai pupetti, passa per la proposizione di gran premi televisivi, e finisce con decine di spot televisivi ogni giorno (ho letto che il 60-70% del budget pubblicitario nazionale viene speso, pardon investito, sulle automobili…).
In questa situazione appare coraggiosa l’iniziativa portata avanti da NOAUTO, neonata associazione che persegue il controllo della pubblicità televisiva perché almeno le più palesi falsità in esse contenute vengano fermate.
Il prossimo 15 novembre a Roma, in via dello Scalo di S. Lorenzo 67, presso la sede del settimanale Carta, ore 10.30, ci sarà un’iniziativa pubblica, aperta  a chiunque voglia partecipare, per discutere di:

- sviluppi della campagna sulla regolazione pubblicita’ automobili
- discussione e lancio di una campagna per una legge speciale per la mobilità urbana
- verifica della possibilità di iniziative locali per una citta’ a misura d’uomo

Dettagli dell’iniziativa sul sito NOAUTO.

Romani, ciclisti e pedoni, partecipate numerosi!

Leave a Response