Via del Cane

(sul motivo di Via del Campo di Fabrizio De Andrè)

Via del Cane c’è una strettoia,
Un cantier che dà molta noia,
Ma ci passano in moto accesa
A decine ogni mattina,
Nonostante il divieto chiaro,
Per fregare il Sirio attivo Sulla strada principale.

Il Comune, con la ringhiera Di metallo,
quel problema Crede forse di aver risolto,
Ma l’han fatta larga abbastanza
Da passarci anche a cavallo,
E neanche un vigile a far la multa…

Note: via del Cane è a Bologna, una stradina stretta che porta dritto in centro, naturale prosecuzione di via dell’Archiginnasio, molto comoda per i pedoni e i ciclisti ma utilizzata ahimè dai motociclisti non solo per posteggiare, quasi sempre fuori dagli spazi consentiti, ma per aggirare il divieto di accesso a una strada, via Farini, dove è in funzione un sistema automatico di rilavazione delle infrazioni, il famoso Sirio… Da qualche anno oltretutto la stradina è funestata da un grosso cantiere edile per cui è ridotta a un budello di un metro, dove un apposito cartello impone il passaggio a piedi e veicolo spento. Indovinate quanti motociclisti rispettano il divieto?
Indovinato!

Leave a Response