Decalogo?

Ho deciso di scrivere il decalogo del ciclista urbano ma mi serve una mano, sono arrivato al sesto comandamento e stamattina non mi viene altro in mente, chissà se qualcuno vuole continuare…
1) Salva la pelle alla larga dagli sportelli delle auto posteggiate, occhio a chi arriva da dietro, attenzione a semafori e incroci, al buio luci sempre accese e catarifrangenti…
2) Alla larga dai fumi non percorrere mai stradoni trafficati, c’è sempre un’alternativa, basta cercarla…
3) Non pretendere diritti che non hai in zona pedonale non devi correre, se vai contromano hanno la precedenza quelli che ti vengono incontro…
4) Non posteggiare male lascia sempre lo spazio per i pedoni (e ricorda che non tutti i pedoni sono ugualmente abili e ingombranti, se hai spinto un bimbo in carrozzina o camminato con due sporte in mano dovresti saperlo già)
5) Cerca la rastrelliera se nei paraggi ce n’è una la bici deve andare lì (per esempio alla stazione di Bologna le rastrelliere sono sia dentro l’edificio che a Porta Galliera, a centinaia…)
6) Pretendi i diritti che hai Se le moto invadono la pista o le auto ci posteggiano sopra fatti rispettare e se non ti ascoltano chiama la forza pubblica; se nella tua zona non c’è la pista o la rastrelliera fatti sentire in comune o in quartiere; se la scuola o l’ufficio non hanno il posteggio bici chiedi e ti sarà dato… …

0 Comments

  1. 7) di giorno m’illumino di meno, di sera M’ILLUMINO D’IMMENSO… quando cala il sole, controlla sempre di poter essere visto: dinamo, catarinfrangenti, led, candele, torce… sia dalla parte ANTERIORE sia la parte POSTERIORE

  2. 8. portati sempre dietro un poncho o qualcosa che ti ripari dalla pioggia

  3. 9) Difendi la tua bici anche con due catene robuste. Non è senso del possesso ma per cura di sè. 

  4. 10 – Porta con te una maschera con filtro, invita gli altri ciclisti a usarla e con loro chiedi alle autorità sanitarie di fornirle gratuitamente per preservare la salute di chi, pedalando, non contribuisce a fare ammalare gli altri.

  5. 11) Cerca di sorridere nel traffico e di non essere scortese con gli automobilisti, anche se ti verrebbe voglia di far loro del male quando calpestano i tuoi diritti ed invadono i tuoi spazi. Cerca di insegnare loro che si dà la precedenza alle strisce pedonali ed alle ciclabili.

Leave a Response