Pedonalizzazioni e ciclabilità a Bologna. Intervista al nuovo sindaco

Bologna ha finalmente il suo nuovo sindaco. Dopo più di un anno di commissariamento, la nuova giunta ritorna ad essere di sinistra, con la vittoria di Virginio Merola al primo turno.  “Vorrei vedere solo gente a piedi, in bici o sui bus“, ha dichiarato il neo-sindaco dopo l’investitura delle urne. Nelle prime parole espresse dal nuovo sindaco c’è la proposta di unampia pedonalizzazione che va da piazza Re Enzo a piazza Aldrovandi, passando per il ghetto ebraico. E poi ancora, niente pass per entrare in centro con l’automobile per i membri del governo della città e la possibilità di vedere un sindaco andare a lavoro in autobus. Un laboratorio partecipato per discutere di mobilità e da settembre al via la sperimentazione nei fine settimana con la chiusura totale al traffico in via Rizzoli, Strada Maggiore, via San Vitale e piazza Aldrovandi.

Potrebbe partire con ottimi auspici il mandato di questa nuova giunta, nel segno della mobilità sostenibile e nel rispetto dell’utenza debole (e di questi giorni la notizia dell’investimento di tre anziani sulle striscie pedonali). In una città come Bologna, forse ancora simbolo del buon governo e di civiltà, dovrebbe essere una priorità. E speriamo, in tutta franchezza, che le parole possano trasformarsi in prassi consolidata. Investire in  sostenibilità vuol dire investire in civiltà, in salute e in vivibilità: ci auguriamo che il nuovo goveno della città parta proprio da questa consapevolezza.

La redazione di ilikebike è andata il 17 maggio, alla Casa del Gufo, quartiere Savena, per la prima uscita pubblica di Virginio Merola dopo la lunga notte elettorale.

Ascolta l’intervista

Tagged as: , , , ,

Leave a Response