La protesta e la poesia

Strana città Bologna a guardarla dalla prospettiva che offre il sellino di una bicicletta. Ti può capitare di protestare e di poetare. E’ quello che sta per accadere nello spazio di due giorni nella nostra città. Una città con tante contraddizioni ma che riesce a mettere la bicicletta al centro di due eventi:
quello “Pro-Sirio” previsto per questo pomeriggio (ore 18.30 Porta San Vitale)
Si protesta contro la disposizione del Commissario di Bologna Maria Cancellieri che ha deciso di ridurre l’orario della Zona a Traffico Limitato (ZTL) nel centro storico passando dall’orario classico 7-20 all’attuale 7-18;
quello di sabato prossimo (con partenza alle 17.00 da San Lazzaro a Bologna) al quale dovremmo guardare con piacere perché guarda al futuro dell’intera area metropolitana e alla sua possibile visione tollerante e vocazione culturale. Stiamo parlando di Poetandem l’iniziativa organizzata dal Teatro dell’Argine nell’ambito delle iniziative previste da Molteplicittà la splendida rassegna proposta da Legacoop Bologna partita il 2 luglio scorso e che fino al 18 ospiterà incontri, dibatti e spettacoli dedicati ai temi dell’interculturalità e della valorizzazione del contributo dei “nuovi italiani” all’economia del nostro territorio.

Insomma la bicicletta come simbolo di resistenza, ma anche di convialità, cultura. Meglio: culture.
Solo solo due delle tante identità di questo mezzo di trasporto che sembra fatto apposta per le città di domani.
Ecco qui sotto il video della scorsa edizione di Poetandem.

Tagged as: ,

0 Comments

  1.  

    Bellissima iniziativa !

    Bravi ! Complimenti !

    Franz Campi

Leave a Response